Festeggiata la Pasqua Ortodossa

PRESENTI ANCHE DELEGAZIONE CATTOLICA DI PESARO E FANO

Domenica 1° maggio si è celebrata, nella piccola chiesa della parrocchia ortodossarumena di S. Joan de la Prislop, in località strada delle Marche tra Pesaro e Fano, la S. Pasqua ortodossa che di solito si celebra a distanza di un mese circa da quella cattolica.

Padre Constantin Cornis ha officiato la celebrazione alla presenza di numerosi credenti ortodossi e dl alcuni rappresentanti provenienti dalle parrocchie del porto e della cattedrale di Pesaro e di Fano. La celebrazione è stata molto intensa e toccante. Padre Constantin ha pronunciato diverse preghiere in italiano consentendo così di comprendere meglio la liturgia. Al termine ha distribuito ai presenti un piccolo contenitore con del vino e un pezzetto di pane, specificando che non si trattava della comunione ma di un Segno Santo nel giorno della Santa Pasqua.

Dopo aver scambiato i saluti con i fedeli presenti e con padre Constantin, la rappresentanza ecumenica si è ritrovata lunedì 2 maggio per la prosecuzione dei festeggiamenti e nella santa Liturgia alle ore 9 con la partecipazione di diversi Sacerdoti della nostra diocesi. Martedì 3 in concelebrazione con tutti i Sacerdoti ortodossi e rumeni provenienti da Marche e Abruzzo abbiamo vissuto di nuovo la divina Liturgia. Buon ecumenismo a tutti!.

Image_1

Da  “Il Nuovo Amico”, Edition 8/5/2016

Chiese Cristiane delle Marche a Fiastra

Domenica 10 aprile presso l’abbazia cistercense di Fiastra i cristiani delle Marche di tutte le denominazioni (cattolici, ortodossi, valdesi, metodisti, avventisti, battisti) si sono ritrovati per fare una “cammino” all’interno del parco che circonda l’abbazia. Il cammino è stato punteggiato da tre pause contemplative evidenziate rispettivamente dagli ortodossi, dai riformati e dai cattolici.

E’ seguita una preghiera ecumenica conclusiva arricchita da un breve commento del monaco cistercense che aveva seguito tutto il cammino.

L’eccezionalità dell’avvenimento è stata evidenziata da una targa che è stata scoperta all’esterno della porta laterale dell’abbazia. La gioia di tutti e la voglia di ritrovarsi è stata espressa dal Padre Ortodosso Serafino Corallo presidente delCCCM (Consiglio Chiese Cristiane delle Marche) che si è augurato che l’incontro potesse ripetersi ogni anno magari in altri luoghi significativi della nostra regione. La consapevolezza di tutti è stata che siamo in cammino veramente e che domenica è stata una tappa significativa di questo cammino fra i cristiani della regione.

Da “Il Nuovo Amico”, Edition 1/5/2016