LETTURA DEI VANGELI: NO-STOP DI DIECI ORE FOLLA SOTTO IL GAZEBO DELLA FEDE ECUMENICA

Dal Messaggero di domenica 10 Maggio – Pagina  di Ancona

LETTURA DEI VANGELI: NO-STOP DI DIECI ORE

FOLLA SOTTO IL GAZEBO DELLA FEDE ECUMENICA

PASSETTO

Dieci ore di lettura no stop dei 4 vangeli con oltre 100 lettori delle Chiese cattolica , ortodossa, avventista, battista e valdese-metodista provenienti da tutta la regione. Ieri al Passetto il Consiglio delle Chiese cristiane delle Marche, nato a Loreto nel 2011, ha organizzato per la prima volta dalla sua costituzione questo evento. Dalle 10,30 alle 20,30 gli ascoltatori hanno assistito a una lettura continua dei brani di Matteo, Marco, Luca e Giovanni in un gazebo di 75 metri quadrati allestito con sedie in piazza IV Novembre. Tra i 141 lettori anche il cardinale Edoardo Menichelli che alle 17,45 ha letto un brano del vangelo di Luca. “E’ una proposta semplice – spiega Menichelli – per ascoltare e condividere la parola di Dio insieme alle altre realtà cristiane. Un evento ecumenico in favore dell’unità di tutti i cristiani”.

Il Consiglio che ha sede in Ancona, si impegna proprio per la promozione del dialogo e delle attività ecumeniche tra le diverse confessioni religiose cristiane presenti a livello locale e per la testimonianza insieme del vangelo.

L’iniziativa è stata così inaugurata  dalla lettura dei rappresentanti di alcune chiese: don Valter Pierini per la chiesa cattolica, a seguire  il pastore Michele Abiusi (chiesa avventista del settimo giorno), padre Ionel Barbarasa (chiesa ortodossa del Patriarcato di Bucarest – Romania) e la pastora Greetye Van Der Veer (chiesa evangelica metodista). “E’ una testimonianza di come le chiese camminano insieme nella stessa direzione – spiega la pastora Van Der Veer- la parola di Dio è poi un messaggio di amore che non deve restare chiuso nelle quattro mura delle chiese, ma tornare nelle strade e nelle piazze come duemila anni fa”.  Tra i lettori anche padre Serafino Corallo, rappresentante della chiesa ortodossa del Patriarcato di Costantinopoli e il pastore Luis Giuliani per la chiesa battista. “Il senso dell’ecumenismo è viverlo – spiega Giuliani – e questa iniziativa è frutto proprio di questo  percorso che stiamo portando avanti con le altre chiese. Siamo contenti perché sono venute tante persone”.

Micol Sara Misiti

20150509_173141