Verso il mutuo riconoscimento del Battesimo

Nel contesto della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani in Ancona il 17 gennaio dalle 17.30 alle 19.30 presso la sede della Facoltà di Economia e Commercio si è svolto un confronto sul mutuo riconoscimento del Battesimo tra le Chiese cristiane. Sono intervenuti il Pastore Giuseppe Marrazzo della Chiesa Avventista del Settimo giorno, don Mario Florio per la Chiesa Cattolica e P. Costantin Cornis per la Chiesa ortodossa di Romania.

Il confronto è stato aperto e franco e si è posizionato sulla questione della centralità del battesimo degli adulti come evento esemplare per dire il profilo autentico del diventare cristiani. Andrebbe evitata la prassi di un “nuovo battesimo” nel caso di passaggio da una chiesa all’altra ma i problemi sono notevoli soprattutto a riguardo del riconoscimento della validità del battesimo dei bambini da parte della Chiesa Battista.

Don Mario Florio ha lanciato la proposta di valorizzare anche il gesto della imposizione delle mani come eventuale gesto sacramentale in grado di sancire il passaggio da una chiesa all’altra evitando la celebrazione di un “nuovo battesimo”. La questione è all’o.d.g. del lavoro del Consiglio delle Chiese Cristiane delle Marche. All’incontro anconetano era presente il Presidente del CCCM Pastore Michele Abiusi che ha manifestato l’intenzione di riprendere il dibattito in sede al Consiglio perchè giovi al cammino di unità visibile tra le Chiese delle Marche.

Don Mario Florio

Docente di Teologia Sacramentaria all’Istituto Teologico Marchigiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *