Traduzione omelia Pastore svedese Sverker Linge per la veglia di preghiera gennaio 2012

Che cos’è un essere umano?

Durante i funerali si dicono alcune parole nel momento in cui si butta la terra sopra la bara: “polvere sei e in polvere ritornerai”

Questo significa che ogni essere è formato di materia. Tutti siamo costituiti della stessa materia, così come tutta la creazione: acqua, calcio, grassi, ecc. Siamo chimica e fisica. E  quando moriamo il materiale di cui siamo formati torna alla natura. Noi siamo parte di ciò che si conosce come natura temporale.

Ma nei funerali si dice anche: Gesù Cristo, nostro Salvatore, ti risusciterà nell’ultimo giorno.

Quando diciamo questo la nostra vita acquisisce una nuova dimensione. L’essere umano non è solo materia, non solo tessuto e ossa.

Abbiamo celebrato da poco il Natale. Abbiamo celebrato il mistero dell’Incarnazione. Come Dio diventa uomo in Gesù Cristo.

Dio in sè stesso è diventato un essere umano in Gesù Cristo. Ha vissuto la nostra vita, ha incontrato la nostra morte, è risuscitato nuovamente perchè noi potessimo essere di nuovo creati in una nuova vita.

In questo mondo deperibile avviene l’immortalità.

 

Che cos’è un essere umano?

Un essere umano è più che materia. Sicuro una nuova creazione in Gesù Cristo. Nel battesimo riceviamo la vita di Cristo nella nostra vita. Riceviamo la sua vita, la sua morte e la sua risurrezione, la nuova vita eterna.

Il battesimo è l’inizio. Quando siamo stati battezzati siamo stati vestiti di bianco; di bianco e pulito lino che simboleggia la vita di Cristo e la giustizia di Cristo. Siamo stati rivestiti del vestito di Cristo.

Il battesimo è l’inizio della vita cristiana. Una vita che a volte è difficile da vivere. A volte facciamo cose sbagliate, pensieri cattivi, abbiamo peccato contro Dio e contro il nostro prossimo.

 

Martin Lutero ha detto: “Cristo è il cappotto che la persona che gela nel peccato può indossare, dal quale può ricevere calore”. Non siamo abbandonati. Possiamo sempre tornare a Cristo e riscaldarci nel suo amore e nella sua misericordia.

Gesù Cristo, dopo la sua risurrezione, è sempre presente in ciascuno di noi.

Dobbiamo essere trasformati. San Paolo scrive:”Il dono che Dio per grazia (liberamente) ci dà è la vita eterna attraverso Gesù Cristo nostro Signore. Dio sta costruendo qualcosa di nuovo, un mondo nuovo.

 

Che cos’è la chiesa, le chiese?

 

Anche la chiesa è come noi, materia. La chiesa è formata di persone. Una chiesa è un organismo, ha una struttura, si trova nella materia temporale. Prende la carne e il peccato. Facciamo sbagli e abbiamo delle mancanze. Siamo divisi e deboli, però non è tutta la realtà  sulla Chiesa.

La Chiesa è più di questo. E’ qualcosa di grande. Siamo anche il corpo di Cristo. La chiesa porta il mistero di cui San Paolo ci parla in Corinzi 15,51-58.

Porta quella vita che Cristo ci mostra con la sua risurrezione. Porta questo mistero pasquale: è la vita indistruttibile, la nuova vita, la vita fresca, la vita che la morte non può sconfiggere.

La chiesa deve rivestirsi in Cristo. E’ rivestita della sua immortalità.

Si riveste nella vittoria di Cristo nonostante le brutture, le debolezze. Cristo è trionfatore anche sulle forze che creano discordia e divisione.

Più cerchiamo la comunione con Cristo, più siamo vicini gli uni agli altri. Il nostro compito è di permettere a Cristo Risorto di vivere tra noi: Lui è capace di ricreare l’unità!

Cristo è risorto. Lui è qui in mezzo a noi. Dà sè stesso, la sua vita e la sua vicinanza come dono, senza riserve. Questo è il centro della fede cristiana.

La vittoria di Cristo passa attraverso il servizio agli altri e attraverso la sofferenza. Questa è anche la nostra via verso la vittoria. Essere servi gli uni degli altri e, insieme nel mondo, essere servi verso il mondo. Insieme possiamo prendere ispirazione dalla vita di Cristo e dalle sue opere: da come Lui ha incontrato gli altri, dalla sua sofferenza, dalla sua morte e risurrezione. Dobbiamo cercare insieme di vivere la sua vita nel mondo.

Cristo è con noi come ci ha promesso e Lui ci trasformerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *