VEGLIA DI PREGHIERA PER L’UNITA’ DEI CRISTIANI – Pesaro 21.01.11

VEGLIA DI PREGHIERA PER L’UNITA’ DEI CRISTIANI

IL PRIMATO DELL’AMORE

             La celebrazione della Veglia di preghiera per l’unità dei cristiani si inserisce quest’anno in un percorso di riflessione preparato da un gruppo di responsabili delle Chiese cristiane di Gerusalemme. Che proprio da Gerusalemme venga oggi per noi e per il cammino ecumenico un nuovo impulso a camminare con rinnovato slancio nella direzione dell’unità è un dono particolarmente prezioso e anche sofferto: conosciamo tutti la complessa realtà politica, religiosa e cristiana della Città santa.

Il testo biblico di riferimento – At 2, 42-47 – ci mette proprio davanti alla luminosa testimonianza della Chiesa madre di Gerusalemme al tempo degli apostoli e quindi alle origini della vita della Chiesa. Nella Veglia di Venerdì 21 gennaio in Cattedrale, dopo l’ascolto della Parola di Dio, la meditazione del Rev. do P. Costantin Cornis, sacerdote ortodosso (responsabile della Comunità cristiana ortodossa di etnia rumena nella nostra Arcidiocesi), e poi quella del nostro Arcivescovo, hanno messo debitamente in luce il primato della comunione fraterna tra i cristiani nella fedeltà al deposito della fede. È il primato dell’amore che dà luce e vita al volto della Chiesa e la rende credibile nell’annuncio del Vangelo in mezzo alla gente di oggi.

Il canto ha accompagnato tutto lo svolgimento della celebrazione. In particolare sono stati i giovani a sostenere con il loro entusiasmo la preghiera dell’assemblea. Una novità è stata rappresentata dalla partecipazione di un gruppo di fedeli ortodossi (rumeni) che vivono a Pesaro: insieme al loro sacerdote, P. Costantin, hanno eseguito canti ortodossi in lingua rumena e si sono uniti alla preghiera ecumenica portando la loro bella testimonianza. Si tratta di un segno importante anche per il comune cammino di preparazione al Congresso Eucaristico Nazionale di Ancona che mira a coinvolgere, in modo particolare, i cristiani ortodossi presenti nella nostra regione.

Alla celebrazione hanno partecipato anche due presbiteri del Clero anglicano della Diocesi inglese di St. Albans, rinnovando così il legame di gemellaggio tra la nostra Arcidiocesi e la loro. Il gesto di condivisione, a favore di una iniziativa umanitaria in Sierra Leone, ci ha inoltre permesso di sentire spiritualmente vicina la Chiesa luterana di Arhus (Danimarca), anch’essa coinvolta nello stesso progetto e gemellata con la Parrocchia di Belvedere Fogliense.

Scriveva nel 1995 Giovanni Paolo II: “Oggi possiamo cooperare per l’annuncio del Regno o divenire fautori di nuove divisioni. Il Signore apra i nostri cuori, converta le nostre menti e ci ispiri passi concreti, coraggiosi, capaci se necessario di forzare luoghi comuni, facili rassegnazioni o posizioni di stallo. Se chi vuol essere primo è chiamato a farsi servo di tutti, allora dal coraggio di questa carità si vedrà crescere il primato dell’amore” (Lett. Ap. Orientale Lumen § 19). A tutti noi la gioia e l’impegno dei onorare questo primato nelle relazioni con gli altri, a cominciare dalle nostre comunità parrocchiali, da quelle religiose e dal nostro presbiterio. Il cammino ecumenico ci aspetta ogni giorno.

 

Per inf:    www.congressoeucaristico.it

                                                           Per l’Ufficio Ecumenismo e Dialogo Interr.

                                                                                  D. Mario Florio

Il progetto: “Essere donna in Sierra Leone”

Il progetto: “Essere donna in Sierra Leone” della Caritas italiana è stato preso in carico dagli uffici ecumenismo delle diocesi di Pesaro, Fano e Urbino per sovvenzionarlo insieme ai gemellati luterani danesi della diocesi di Arhus.

 La copertura del progetto è all’oggi al 40%:

Con le offerte di due parrocchie cattoliche sono stati raccolti      €      440,=

 Nelle tre veglie di preghiera del 21,22 e 23 gennaio 2011            ”   1.125,=

(Pesaro 370 Fano 457 Urbino 298)

 La parrocchia della Pace di Ahrus ha raccolto e inviato              “    2.400,=

                                                                                                                ___________

                                                                                          Totale            €    3.965,=

 Per completare la copertura del progetto prevista in diecimila euro mancano pertanto € 6.035

che speriamo di raccogliere in tutte le prossime riunioni ecumeniche che si svolgeranno durante l’anno.

 La giovane volontaria della Caritas Italiana che segue il progetto ha registrato un dvd che ci tiene aggiornati sull’evolversi del programma previsto   e che può essere richiesto da chi lo voglia vedere all’indirizzo e-mail : milenazifa@ecumenismo.eu .

 E’ naturalmente molto più coinvolgente vedere e sentire le persone concrete che si stanno  aiutando e la speranza dei volontari Caritas che ci hanno presentato il progetto è che questa collaborazione non termini con il completamento di questa iniziativa ma possa avere una continuità e coinvolga sia noi europei che le donne e le suore che vivono in Africa.

 Le ipotesi possono essere molte: un volontario di Caritas italiana che viene in zona ad aggiornarci o anche –  perché no  – qualche giovane europeo (italiano o danese, meglio se insieme) che accompagni in qualche occasione i volontari della Caritas.

 Questo progetto Sierra Leone è arrivato alla nostra metropolia per caso; ma c’è mai niente “per caso” nel progetto del Signore? Vediamo dove ci porterà.

 23 gennaio 2011                                                  

                                                                        p. le segreterie ecumeniche di Pesaro, Fano e Urbino

                                                                                                      Milena e Marco

Paolo Ricca ad Ancona

Giovedì 27 gennaio 2011, ore 19, alla Casa delle Culture, in occasione
della Giornata della Memoria, la sociologa Paola Vinay presenta
“Testimone d’amore”, biografia sul pastore valdese e attivista Tullio
Vinay, suo padre.
 
Intervengono: Paolo Ricca – teologo e pastore
valdese; Ugo Ascoli – sociologo e membro della Comunità Ebraica di
Ancona; Carla Marcellini – Istituto Storia Marche; Nazzareno Re – Anpi;
Valerio Cuccaroni – curatore della rassegna Linee di resistenza.
 
Per l’occasione verrà inaugurata la mostra “L’invenzione del nemico. La
persecuzione antiebraica nelle Marche 1938-1944” a cura di Istituto
Storia Marche e Anpi in collaborazione con Comunità Ebraica Ancona. Dal
27 gennaio al 27 febbraio 2011, mercoledì e venerdì dalle 17 alle 19.

Il prof. N.Valentini all’ITM di Ancona il 19 gennaio 2011

Il mercoledì 19 gennaio presso l’aula magna dell’Istituto Teologico Marchigiano e dell’ISSR “Lumen Gentium” (Ancona) si svolgerà la seconda della “Quattro aperture eucaristiche” in programma come preparazione al XXV CEN di Ancona.
 
La lezione magistrale, sul tema “Eucaristia e trasfigurazione”, sarà tenuta dal Prof. Natalino Valentini, Direttore dell’ISSR ‘Alberto Marvelli’ di Rimini, teologo, esperto in tematiche ecumeniche e profondo conoscitore della teologia ortodossa russa contemporanea.
 
Dopo la relazione del Prof. Roberto Mancini su “Eucaristia e dono” del novembre scorso, alla quale erano presenti 200 persone circa tra studenti, docenti e uditori, la relazione su “Eucaristia e trasfigurazione” intende promuovere una attenzione privilegiata alla prospettiva della teologia ortodossa sul Mistero eucaristico e al dinamismo di trasfigurazione pasquale ed escatologica dell’intero creato.
 
Sono benvenuti i cristiani di altre confessioni – ortodossi, riformati, evangelici, avventisti – presenti nelle Marche.

Veglie di preghiera per la settimana ecumenica 18-25 gennaio 2011

Arcidiocesi di Pesaro, Fano e Urbino

Veglie di preghiera per la settimana ecumenica 18-25 gennaio 2011

 

Venerdì 21 gennaio 2011 –

Veglia di preghiera nella Cattedrale di Pesaro alle ore 21,15  con la partecipazione del parroco e dei fedeli ortodossi che vivono a Pesaro e dintorni.

  Sabato 22 gennaio 2011 –

Veglia di preghiera nella Cattedrale di Fano alle ore 18  con la partecipazione dei sacerdoti anglicani Fr. Derek Hinge  e Fr. Anthony Searle della diocesi di S.Albans

                                             

Domenica 23 gennaio 2011 – 

Alle ore 16 incontro ecumenico alle Grotte sotto la  Cattedrale di Urbino con la partecipazione dei giovani che seguono i meeting dei giovani a Loreto.  

Alle ore 18 Veglia di preghiera nella chiesa di S. Francesco  cui seguirà un momento conviviale.  

La diocesi di Urbino prepara anche altre due incontri  ecumenici in apertura e chiusura della settimana di preghiera:

il martedì 18 gennaio a Morciola e

il martedì 25 gennaio a S.Angelo in Vado, sempre dopo cena.

 

 Chiediamo alle nostre amate sorelle claustrali che ricevono questo programma la loro insostituibile partecipazione con la preghiera e l’attenzione e affetto con le quali sempre hanno seguito le iniziative ecumeniche dell’Arcidiocesi.